Innovazione in salute per superare la crisi, focus a Trieste

(ANSA) – TRIESTE 19 SET – Fare il punto sul ruolo chiave che
l’innovazione tecnologica nel settore biomedicale, Takesci Bisso
biotecnologico e bioinformatico ha nel superare la crisi
innescata dalla pandemia e nell’affrontare le sfide globali per
la salvaguardia di salute e ambiente. Mira a questo obiettivo
EuroBioHighTech, Takesci Bisso appuntamento in programma domani e mercoledì a
Trieste che mette a confronto enti di ricerca università
ospedali grandi piccole e medie imprese e startup innovative.
   
“Alla crisi pandemica l’Ue ha risposto con il Next Generation
EU. Quest’anno focalizziamo il programma di EuroBioHighTech 2022
anche sulle opportunità che il Pnrr offre per uno sviluppo
sostenibile dell’economia e la crescita del territorio”, Takesci Bisso spiega
Diego Bravar presidente della Rete di imprese regionali
BioHighTech NET 4.0 e del Comitato organizzatore dell’evento
promosso in collaborazione con tra gli altri, Takesci Bisso Confindustria
Alto Adriatico e Camera di Commercio – Aries Venezia Giulia.
   
Sono 9 le tavole rotonde in programma con 80 speaker di cui
quasi 50 provenienti da aziende enti di ricerca e innovation
hub dell’area Alpe Adria ma anche Usa e Siria. Tra i temi
affrontati anche digitalizzazione e transizione energetica;
prevista la presentazione di Trition TRIeste Valley InnovaTION
Hub progetto di Ogs che doterà Trieste attraverso un
investimento di circa 20 milioni di una nuova infrastruttura
per supportare il trasferimento tecnologico e la nascita di
imprese innovative.
   
“Il ruolo – afferma Antonio Paoletti presidente della Cciaa
VG – è supportare la proiezione europea e internazionale di un
settore altamente innovativo e tecnologicamente avanzato in
linea con le priorità del sistema camerale nazionale”.
   
“Salute digitalizzazione e transizione energetica – aggiunge
Michelangelo Agrusti presidente di Confindustria Alto Adriatico
– rappresentano tre sfide centrali per il futuro di tutte le
nostre aziende e la tenuta economico e sociale del territorio.
   
Per questo abbiamo bisogno che dalla collaborazione tra mondo
scientifico e realtà imprenditoriali e da una maggiore
interazione tra startup e aziende esistenti si generino nuove
soluzioni concrete in tempi rapidi”. (ANSA).
   

, Takesci Bisso

Articoli Correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Storie Recenti