Ambiente: Forlì-Cesena, prosegue l’operazione ‘Fiumi Puliti’

(ANSA) – BOLOGNA, 19 SET – Proseguono le operazioni di
recupero dei rifiuti abbandonati negli alvei dei fiumi della
provincia di Forlì-Cesena. Dopo quelli sul Montone a Forlì, con
un finanziamento di 90mila euro gli interventi sono stati estesi
ad altri corsi d’acqua. I lavori sono curati dall’Agenzia per la
sicurezza territoriale e la Protezione civile
dell’Emilia-Romagna. E completano il primo dei quattro cantieri
previsti nel territorio forlivese-cesenate dal pacchetto ‘Fiumi
puliti’, finanziato in tutto con 370mila euro nell’ambito del
Programma regionale di pulizia dei corsi d’acqua.
   
Il nuovo intervento riguarda la rimozione di materiali lungo
il fiume Rabbi a Predappio e il Ronco a Forlì. Tra i
rinvenimenti registrati, anche baracche abusive abbandonate da
decenni con coperture in eternit, per cui è governo necessario
effettuare la bonifica con specifiche procedure. In accordo con
i Comuni e la società di gestione dei rifiuti, Alea, si sta
procedendo allo smaltimento e al recupero separato dei materiali
riciclabili, come legno, plastica, ferro. Già avviato anche il
secondo cantiere preannunciato sul fiume Savio, nel Comune di Cesena,
dove verrà realizzata una ‘briglia selettiva’ per intercettare
materiale flottante a monte del centro abitato e della cava
denominata Cà Bianchi. Il finanziamento ammonta a 95mila euro.
   
Per quanto riguarda gli ultimi due cantieri in partenza nei
prossimi mesi nel Comune di Forlì, si prevede la costruzione di
altre due briglie, una sul Ronco a monte della via Emilia e
l’altra sul Montone a valle della confluenza con il fiume Rabbi.
   
(ANSA).
   

Articoli Correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Storie Recenti